juventus inter allegri

Juventus-Inter, Allegri: “Sfida importante. Emre Can titolare? Può essere”

JUVENTUS INTER ALLEGRI- Massimiliano Allegri interverrà oggi in conferenza stampa alle ore 12:00 per presentare la supersfida di venerdì tra Juventus e Inter. Il tecnico bianconero analizzerà il match rivelando magari qualche scelta tecnica, soprattutto in vista della sfida di Champions League contro lo Young Boys. Il tecnico juventino potrebbe affidarsi a Benatia al posto di Bonucci: questa l’ultima indiscrezione delle ultime ore, mentre Alex Sandro alzerà bandiera bianca. Al posto del brasiliano sarà chiamato in causa De Sciglio, il quale agirà in posizione di terzino destro con Cancelo spostato a sinistra.

Leggi anche: Juventus Inter probabili formazioni: le scelte di Allegri e Spalletti

Allegri potrebbe recuperare anche Emre Can, il quale si è allenato con i compagni e con il gruppo nel corso degli ultimi giorni. Il centrocampista tedesco ha ormai totalmente recuperato dopo il delicato intervento alla tiroide.

Juventus Inter Allegri: conferenza stampa dalle ore 12:00

Il tecnico juventino spiegherà anche le scelte obbligate a centrocampo. Bentancur, Pjanic e Matuidi saranno chiamati ancora una volta agli straordinari. Occhio però alla carta Cuadrado. Allegri potrebbe decidere di far rifiatare uno tra Bentancur e Pjanic affidandosi al colombiano in posizione di mezz’ala. Scelte che il tecnico juventino valuterà con calma nel corso delle prossime ore e nella rifinitura.

leggi anche: Juventus Inter streaming, ecco dove e come seguire il match

Questa la probabile formazione che Allegri sceglierà in vista di domani:

Juventus (4-3-3): Szczesny; De Sciglio, Benatia, Chiellini, Cancelo; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Cristiano Ronaldo, Mandzukic, Dybala. All. Allegri

Juventus Inter Allegri conferenza stampa: match fondamentale

“Sarà partita stimolante”

“Domani è una partita bella, importante, perché è il derby d’Italia. Quindi indipendentemente dalla classifica sarà sicuramente una serata affascinante di sport e di calcio tra due squadre che insieme al Milan hanno fatto la storia del calcio italiano. Per noi, quindi, è una partita sotto l’aspetto emotivo molto importante, sotto l’aspetto tecnico e tattico altrettanto e bisognerà prepararsi al meglio contro una squadra che è cresciuta molto in autostima e risultati e insieme al Napoli sono le due antagoniste della Juventus al momento”.

Sui calci di punizione…

“Facciamo fatica? Specialisti ne abbiamo, speriamo domani di farne. A Firenze abbiamo avuto tre punizioni importanti, bisogna aggiustare la mira e tirare meglio, perché su tre punizioni un gol bisogna farlo. 

Tutti tiferanno Inter…

“Io dico che il campionato non va ammazzato, va vinto. E servono numeri e per arrivare ai punti che serviranno devi fare 30 vittorie. Quindi è impossibile che la Juve abbia ammazzato il campionato. Che poi tutti tifano contro la Juve perché il Napoli è in turno favorevole e potrebbe avvicinarsi è normale perché si aspettano non dico che possa riaprirsi il campionato, am che ci sia più battaglia. Ma la battagli ci sarà uguale perché è ancora lunga”

Su Cancelo e De Sciglio

“Si possono anche cambiare durante la partita ,ma a Firenze Cancelo a sinistra e De Sciglio a destra hanno fatto bene. In quel momento lì avevo più bisogno di far giocare De Sciglio a destra per avere un pochino più di spinta e poi nella eventuale costruzione con i tre dietro.

Si gioca per il secondo posto? No…

“Napoli e Inter giocano per il secondo posto? Assolutamente no, perché Ancelotti giustamente dice che il Napoli ha grandi chance. Innanzitutto perché abbiamo ancora scontri diretti, due con l’Inter e poi il ritorno con il Napoli, quindi sono 9 punti che ballano e la classifica si potrebbe accorciare, così come si potrebbe allungare ovviamente. Mancano tante partite ,va fatto un passo alla volta”

Torna Emre Can

“Farà parte dei convocati perché sta  bene, con lo spirito giusto, è voglioso. Magari gli scapperà anche di giocare qualche minuto di partita”.

Piccolo acciacco per Bentancur

“Bentancur ha un problema alla schiena, ha avuto due giorni di mezzi differenziati. Perché se mi manca Bentancur o butto dentro subito Emre o cambio modo di giocare.  Può darsi che qualcosa cambio, ma dipende da come sta Bentancur o da come sta Emre. Nel caso non ci sia Bentancur o si gioca a due o metto dentro Emre, non ci sono altre soluzioni.”

Inter o Napoli?

“Il Napoli l’anno scorso ha fatto 91 punti se non sbaglio. Sono gli stessi e ci hanno messo giocatori bravi, perché Ruiz è un ottimo giocatore, cambiando anche allenatore, che ha un modo di approcciare diverso da quello di Sarri. Quindi il Napoli è pericoloso, pericolosissimo, perché ha qualità tecniche e grande esperienza in panchina. L’Inter è una squadra in continua crescita con un allenatore molto bravo”