jordi alba juventus

Jordi Alba-Juventus, il terzino non rinnova: blitz Paratici

JORDI ALBA-JUVENTUS- La Juventus tiene sotto controllo la situazione legata al prossimo futuro di Alex Sandro. Le ultime dichiarazioni del terzino brasiliano (Mi piacerebbe giocare in Premier League), starebbero facendo vacillare la Juventus e le scelte di Paratici in ottica futura. Come detto, l’ex terzino del Porto non convince totalmente, sia dal punto di vista difensivo, sia dal punto di vista della voglia di sposare ancora a lungo i colori bianconeri. La società bianconera si prepara a studiare attentamente le possibili alternative. La Juve dirà addio ad Alex Sandro solamente dinanzi ad un nuovo terzino di grande affidabilità, esperienza e qualità.

Leggi anche: Juventus-Mbappè: il sogno prende forma, ecco perchè…

Secondo quanto riportato dalle ultime indiscrezioni della stampa spagnola, la Juventus starebbe monitorando molto attentamente la situazione legata a Jordi Alba. Il terzino spagnolo, attualmente in forza al Barcellona, potrebbe decidere di non rinnovare il suo contratto con i blaugrana e abbracciare una nuova avventura professionale.

Jordi Alba-Juventus: perchè si può davvero…

Paratici valuterà con estrema calma il da farsi. Alex Sandro ha una valutazione di circa 50 milioni di euro, cifra che la Juventus potrebbe incassare per poi investire nuovamente sul mercato. Jordi Alba resta una pista valida e concreta. Al giocatore potrebbe essere offerto un super contratto, figlio della cessione stellare del terzino brasiliano. City, United e PSG seguono attentamente Alex Sandro, non è escluso che una delle tre società possa accontentare le richieste dei bianconeri. Sul terzino della Juventus resta forte anche l’interesse del Chelsea.

Leggi anche: Godin-Manolas, ecco cosa c’è di vero

Insomma, fuori Alex Sandro, dentro Jordi Alba. Questo il piano che Fabio Paratici vorrebbe mettere in atto nella prossima estate.

cr7

Zielinski: “Scudetto? Noi a Napoli ci crediamo per un semplice motivo”

pallone d'oro 2018

Pallone d’Oro 2018, fuori Ronaldo: ecco il reale motivo