Sassuolo Juventus, Pirlo: “Troppi errori. Siamo vivi, lotteremo fino alla fine”

Andrea Pirlo Juventus

SASSUOLO JUVENTUS – La Juventus dopo la brutta sconfitta contro il Milan, torna a vincere. 1-3 in casa del Sassuolo con gol di Ronaldo e Dybala. Continuano le speranze in vista della Champions.

Pirlo a fine gara ha parlato ai microfoni di Dazn. Ecco di seguito le sue parole nel post partita.

Sassuolo Juventus, le parole di Pirlo

JUVENTUS – “Per una mezz’oretta respiriamo, poi ci ributtiamo sulle prossime due partite. Non era facile riprendersi dopo il ko col Milan, siamo stati bravi a fare questa partita d’attesa con linee strette, a recuperare palla e ripartire velocemente.

Leggi anche: Pagelle Sassuolo Juventus 1-3: Ronaldo e Dybala decisivi, flop Bonucci

BUFFON E RONALDO – I campioni nel calcio fanno la differenza, noi ne abbiamo tanti che hanno dato un’impronta ben precisa alla gara. Ma faccio i complimenti anche agli altri che hanno fatto una gara di sacrificio. Ora ci mancano ancora due partite ma lotteremo fino alla fine”.

RIPARTENZA “Dovevamo fare una gara di ripartenza e non mi serviva il piede invertito, una volta recuperata palla dovevamo essere veloci a scaricare e partite in profondità; con i nostri due esterni, Chiesa a destra e Kulusevski a sinistra, li abbiamo messi in difficoltà.

ERRORI TECNICI – Guardando le ultime partite ci siamo messi in difficoltà da soli tante volte, i gol presi sono arrivati sempre da disattenzioni singole e mi fa innervosire. Giocando nella Juve hai l’obbligo di stare concentrato 100′ senza permetterti mai di sbagliare una giocata. Sul rigore abbiamo perso una palla davanti alla difesa e quando fai certi errori è giusto che paghi”.

DYBALA  “E’ mancato tanto, l’abbiamo avuto a disposizione a singhiozzo; non è facile trovare la condizione dopo tre mesi d’assenza, deve ritrovare la condizione di testa ma quando fa gol così siamo tutti più contenti. La testa viene sempre prima di tutto, se si è concentrati si può affrontare qualsiasi situazione. Oggi è stata così, quando abbiamo un atteggiamento positivo ne giovano tutti gli altri giocatori. Ora dobbiamo recuperare energie fisiche e mentali, poi vedremo come gestire la gara tatticamente. 

RIMPIANTI – Tanti. Inutile dircelo ora, ci sono stati molti momenti in cui abbiamo abbassato troppo presto la guardia senza concentrarci al 100% e pensando che si possono vincere le partite solo indossando la maglia della Juve. Purtroppo non è così, dobbiamo metterci in testa che per vincere bisogna soffrire, avere grande disciplina e coesione di tutti i giocatori”.