Juventus Genoa, Pirlo: “CR7 fuorioso? Voleva segnare. Sul match e su Dybala…”

Andrea Pirlo Juventus allenatore

JUVENTUS GENOA – I bianconeri battono il Genoa per 3 a 1. Dopo la pesante vittoria con il Napoli, arriva una vittoria importante per rimanere in scia del Milan e soprattutto per restare aggrappati alla Champions.

Dopo diversi mesi torna al gol Kulusevski mentre stecca Ronaldo che di fatto spreca troppe occasioni. Anche Morata si sblocca in campionato e McKennie si conferma arma letale negli inserimenti.

Juventus Genoa, le parole di Pirlo

Ecco le parole di Andrea Pirlo a fine gara ai microfoni di Sky Sport.

Leggi anche: Pagelle Juventus Genoa 3-1: flop Ronaldo, Kulusevski torna al gol

PARTITA​”Avevamo interpretato bene la gara, partiti con atteggiamento giusto, sembrava tutto facile, poi a fine primo tempo abbiamo subito questa occasione per mancanza di concentrazione perché c’era un fallo a metà campo, hanno giocato veloce e sono ripartiti. C’era già capitato, è successo anche oggi. Poi siamo entrati volendo fare la partita, ma ci siamo abbassati troppo, non abbiamo sfruttato qualche occasione che potevano farci fare una partita più tranquilla.

RONALDO Ci teneva a far gol. Soprattutto quando ha visto che la partita si metteva in una certa maniera. Fa parte dei campioni, vogliono sempre fare il meglio e mettere il loro segno sulle gare. Sono cose normali che capitano.

CHIELLINI  Con Giorgio parlavamo durante la partita perché hanno cambiato modulo e portato tanti giocatori tra le linee, avevamo più difficoltà e stavamo pensando anche a un cambio di modulo.

ANNO CON MENO CONCENTRAZIONE Se è capitato a me dopo i 9 anni? Purtroppo è capitato in qualche partita, dove abbiamo perso punti con partite abbordabili, ci siamo complicati la vita. Oggi non era stato così, sembravamo in dominio e qualche disattenzione ci ha portato a faticare più del dovuto.

SOTTO ESAME? – Tutti i giorni bisogna sentirsi sotto esame, per migliorare e perfezionarsi serve. Ogni gara e ogni allenamento è importante per la crescita. E’ normale che tutti lo siano, in particolare io che sono alla prima esperienza. Ho una passione per il calcio fin da bambino e continuo ad averla, le difficoltà mi portano a lavorare ancora di più e migliorare.

VOTO Mi do un 6 di stima. Potevo fare di più, quando non raggiungi certi risultati, il principale responsabile è l’allenatore. Da qui devo continuare a lavorare per cercare di fare sempre meglio.

DYBALA Se vado da Agnelli per il rinnovo? Queste sono cose che riguardano la società, io ho la fortuna di allenare campioni Dybala è uno di questi. Io cerco di sfruttarlo al meglio, quest’anno non lo abbiamo mai avuto, adesso è tornato e sta molto meglio e ci aiuterà nel rush finale. Poi per le decisioni ci sono dirigenti apposta che penseranno a fare il loro dovere.

CUADRADO Out perché ammonito. Abbiamo preferito cambiarlo perché era a rischio. 

IDEA DI CALCIO – Dominare il gioco, cercare di avere tanta pressione. Per tante vicessitudini purtroppo non siamo riusciti ad interpretarla sempre, però devo continuare sui principi di calcio che ho in testa. I giocatori sono a disposizione e lavoriamo per fare sempre meglio”.