Juventus, crollo del fatturato a causa del Covid: Inter e Juve in rosso

JUVENTUS – Il Covid ha frenato la crescita di tutte le società europee. La Juventus ha perso il 13% di fatturato, mentre l’Inter addirittura il 20%. Il Barcellona mantiene anche per il 2019/20 la vetta della classifica dei ricavi delle società di calcio.

Questo è quanto emerge dalla Football Money League 2021, pubblicata dallo Sports Business Group di Deloitte. Nella stagione 2019/20 il club blaugrana ha mantenuto la prima posizione davanti al Real Madrid, seppur con un fatturato di 715 milioni di euro, in netto calo rispetto agli 840 milioni del 2018/19.

Juventus, guai per Agnelli: -13% di fatturato

La pandemia Covid-19 si riversa in maniera devastante sull’universo calcistico, accendendo la spia d’emergenza nei conti delle società. Colpa, ovviamente, dei mancati ricavi da stadio e dai tagli dei ricavi sui diritti tv. La Juventus, ad esempio, è decima con 397,9 milioni di fatturato (contro i 459,7 della stagione precedente, -13%). In questa particolare classifica non c’è solo la Juventus.

Leggi anche: Mercato Juventus, Paratici vuole chiudere per l’attaccante: sprint decisivo

Ben dopo le prime 10, dove all’ultimo posto della top ten c’è la Vecchia Signora, si trova l’Inter di Antonio Conte. Al 14° posto l’Inter, capace di generare un fatturato di 291,5 milioni (nel 2018/2019 fu di 364,6, -20%): in viale della Liberazione pesa soprattutto il -37% dei ricavi commerciali. Diciannovesimo, invece, il Napoli (176,3 milioni contro 207,4), mentre il Milan è solo 30° con 148 milioni. Fuori dalla top 30, infine, la Roma, che paga la mancata qualificazione in Champions League.

Mercato Juventus

Mercato Juventus, Paratici pronto a chiudere per l’attaccante: sprint decisivo

Pau Torres Juventus, assalto al gioiello del Villareal: spunta la clausola