Juventus, Buffon deferito per un’espressione blasfema: la scelta della FIGC

JUVENTUS – Gigi Buffon deferito per espressione blasfema. Il 19 Dicembre durante Parma-Juventus, il portiere bianconero si sarebbe lasciato scappare un’espressione poco piacevole, ovvero, Rivolgendosi al compagno Portanova: “Porta, mi interessa che ti vedo correre e stare lì (bestemmia) a soffrire eh, il resto non me ne frega un c…”.

L’espressione blasfema, nel corso della diretta della partita, era stata coperta da un commento che non avrebbe consentito di segnalare il caso al Giudice Sportivo. Sui social, facendo riferimento alla squalifica di Cristante per una bestemmia, si è scatenato il putiferio. Video e audio sono circolati immediatamente in rete, scatenando un’onda di polemiche.

Juventus, Buffon deferito: ecco la nota della FIGC

In un primo momento nessuna squalifica era stata data dal Giudice Sportivo, non avendo ricevuto dalla Procura federale alcun materiale per approfondire il fatto. Adesso spunta il comunicato della Figc.

Leggi anche: Pau Torres Juventus, assalto al gioiello del Villareal: spunta la clausola

“Il Procuratore Federale – si legge in una nota diffusa dalla Figc –, letti gli atti relativi al procedimento disciplinare avente ad oggetto “Notizie stampa in ordine ad una bestemmia pronunciata presumibilmente dal calciatore della F.C. Juventus Gianluigi Buffon durante la gara del Campionato di Serie A del 19/12/2020”, ha deferito lo stesso calciatore al Tribunale Federale Nazionale – Sezione Disciplinare “per avere, nel corso della gara Parma-Juventus del 19/12/2020, all’80′ minuto di gioco circa, rivolgendosi al compagno di squadra Manolo Portanova, pronunciato una frase contenente un’espressione blasfema.”.

CONFERENZA STAMPA Pirlo Juventus

Juventus SPAL, Pirlo: “Evitiamo brutte figure. Bentancur ko, ecco chi gioca”

Covid Juventus, Alex Sandro negativo: verrà convocato? La nota del club