Juventus, Commisso punge:”Juve? Li vedevo agitati. Il biondino si è preso la camomilla “

JUVENTUS – La sconfitta contro la Fiorentina ha chiuso il 2020 dei bianconeri nel peggiore dei modi. Una partita pessima sotto tutti i punti di vista che ha riportato vecchi malumori in casa bianconera, visto che la vetta si allontana.

Sul match è tornato Commisso, che ha colto l’occasione lanciando alcune frecciatine ai bianconeri. Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di ‘Radio Bruno‘. Il patron della viola si è soffermato sulla partita con la Juventus e su Federico Chiesa.

Juventus, le parole di Commisso

Di seguito, le parole di Commisso riportate dal Calciomercato.it: “Chiesa? Non bisogna mai rompere i ponti. L’ho imparato alla Mediacom, non sai mai la vita cosa può riservarti e quando puoi avere bisogno. Devi sempre avere una buona reputazione”.

Leggi anche: Juventus, il quotidiano svela: “Agnelli può lasciare il club bianconero”

Nel corso della sua intervista, Commisso si è poi soffermato su Nedved: “Contro la Juventus ho avuto paura fino al terzo gol. Temevo ci potesse essere qualche favore alla Juve. Il ‘biondino’ (Nedved, ndr) mi disse che dovevo prendere un tè, poi lui si è preso la camomilla. Speriamo di continuare così”.

Ronaldo Juventus esultanza

Juventus, Ronaldo fa tremare i tifosi: le parole sul futuro

Emerson Palmieri Juventus

Mercato Juventus, l’agente di Emerson Palmieri: “Avevano un accordo”