Juventus, Paratici: “Caso Lazio? Posizione chiara della Juve. Su Chiesa..”

JUVENTUS – Fabio Paratici, ai microfoni di DAZN, ha parlato prima della sfida con la Lazio. Parlando appunto della questione tamponi dei biancocelesti, con tutto il caos che ne sta venendo fuori.

Ed infine ha parlato dei controlli in Serie A e del protocollo anti Covid. Parole importanti soprattutto su Morata, l’uomo del momento e su Chiesa, che si è infortunato poco prima del match coi biancocelesti.

Juventus, le parole di Paratici

POSIZIONE JUVE – “Buongiorno a tutti. La vicenda non ci coinvolge, coinvolge la Lazio e non la Juventus. Il nostro umore è preparare la partita, essere qui con la testa, fare bene per la vittoria”. 

Leggi anche: Pagelle Lazio Juventus 1-1: Cuadrado il migliore, delude ancora Dybala

CHIESA – “Ha avuto un risentimento muscolare ieri mattina, abbiamo provato a vedere come reagiva. Non si sentiva libero e non è a disposizione”.

MORATA – “Così maturato? Ci aspettavamo questo, lo conosciamo molto bene come ho detto tante volte. Lo conosciamo da quando aveva 20 anni e siamo rimasti in contatto con lui perché è un ragazzo speciale, l’abbiamo seguito e ha sempre giocato in grandi squadre e questo è un plus per giocare nella Juventus. Ci aspettavamo che con questa maturazione fosse un giocatore migliore rispetto a quando era da noi, un grandissimo calciatore ma con età e maturazione da sviluppare”.

CONTROLLI – “Al di là dell’uniformità dei controlli ci sono regole e controlli che ci permettono di dare continuità al campionato. Se non le rispettano, c’è chi controllerà ed eventualmente punirà. Negli ultimi due mesi tutte le squadre sono state colpite dal covid, ma tutte le gare si sono disputate e credo che il protocollo sia la strada da seguire”.

Andrea Pirlo Juventus

Lazio Juventus, Pirlo: “Più cattiveria per vincere le gare”

Infortunio Ronaldo, tifosi in apprensione: le condizioni di CR7