Covid Ronaldo, serve il tampone negativo: cosa filtra in casa Juventus

COVID RONALDO – Mancano poco più di 24 ore a Juventus Barcellona. Sfida che avrebbe dovuto mettere di fronte i due più grandi calciatori dell’epoca moderna: Ronaldo e Messi. Purtroppo però il Covid sta rovinando i piani del “Calcio mondiale”.

Infatti da più di 12 giorni ormai, Cristiano Ronaldo è positivo al Covid 19 e ad un solo giorno dalla partita tra Juve e Barça, diminuiscono le possibilità di vederlo in campo.

Covid Ronaldo, ore decisive: pessimismo in casa Juve

Pessimismo dalle parti di Torino. Secondo Tuttosport, infatti, non c’è troppo ottimismo sulla possibilità di rivedere il cinque volte Pallone d’Oro in campo per il debutto casalingo in Champions. La speranza resterà viva fino alle 21, poi Andrea Pirlo dovrà valutare altre soluzioni.

Leggi anche: Mercato Juventus, “Tuttosport”: maxi scambio col Barça, sul piatto Dybala

Ronaldo ha già saltato tre partite (Crotone, Dynamo Kiev e Verona), ma la sua asintomaticità di queste settimane lo porterebbe a rientrare immediatamente, per essere a disposizione di una sfida (quella con Messi) che in Champions non si vede dalle semifinali nel 2011-12. Anche se dovesse arrivare il tampone negativo, difficilmente vedremmo un CR7 titolare domani, visto che da più di due settimane non si allena con la squadra. Pessimismo, dunque, in casa Juventus. Sono ore decisive per Cristiano Ronaldo.

Pjanic Ansu Fati Juventus

Juventus, Graziani: “Non avrei venduto Pjanic, inspiegabile l’inutilizzo di Bentancur”

Paratici Juventus, nuova multa: “Atteggiamento minaccioso verso l’arbitro”