mercato juventus

Futuro Allegri, contattato Pochettino ma occhio all’alternativa in vantaggio

FUTURO ALLEGRI – Ormai ogni giorno è buono per il tanto atteso faccia a faccia tra il presidente Andrea Agnelli e il tecnico Massimiliano Allegri per delineare il prossimo futuro della Juventus. Un incontro che segue quello avvenuto ad inizio settimana tra lo stesso presidente, Pavel Nedved e Fabio Paratici, e che di giorno in giorno sta slittando con l’effetto che, scrive ‘Tuttosport’, il tecnico toscano si starebbe irritando per la situazione di stallo in cui si trova.

Ulteriore segnale di un rapporto che, al di là delle conferme di facciata, resta ancora da chiarire e definire in ogni suo punto, con la possibilità di un ribaltone in panchina che al momento rimane in svantaggio, ma come ipotesi tutt’altro che da scartare.

Leggi anche: Pogba Juventus, Raiola aiuta i bianconeri

Futuro Allegri, Deschamps o Pochettino?

Anche perché nel frattempo si registrano movimenti concreti in senso opposto, con la dirigenza al lavoro per cautelarsi ed individuare la possibile alternativa. Con Antonio Conte dato sempre più verso l’Inter, la Juventus secondo indiscrezioni avrebbe preso contatti con Mauricio Pochettino, che ieri intanto ha lanciato messaggi equivoci sul suo futuro.

Lo riferisce il ‘Corriere dello Sport’ secondo cui il manager argentino del Tottenham avrebbe dato la propria disponibilità al trasferimento in bianconero, sparando però una richiesta shock da 20 milioni di euro a stagione per il suo ingaggio. Cifra enorme che spaventa e rimette ampiamente in corsa l’ex juventino Didier Deschamps, che secondo ‘Tuttosport’ starebbe scalando posizioni e le cui quotazioni starebbero salendo in maniera forte. Il sogno complicatissimo è Pep Guardiola, mentre sarebbe da tenere sotto osservazione anche la candidatura di Maurizio Sarri, che pure ribadisce di trovarsi bene in Premier League.

mercato juventus

Acquisti Juventus 2019/2020: 5 nuovi arrivi, saranno 6 le cessioni

Mercato Juventus

Calciomercato Juve, 60 milioni per il nuovo difensore: Paratici a lavoro