Caressa, parole shock: “La Juve voleva la mia testa e quella di Bergomi”

CARESSA – Fabio Caressa, direttore di Sky Sport, ha parlato in un incontro all’Università Bocconi. Il noto telecronista ha ricordato un aneddoto spiacevole che riguarda la Juventus. Dichiarazioni shock del noto telecronista.

Leggi anche:  Infortunati Juventus, le ultimissime dall’infermeria bianconera: i dettagli

Caressa shock

“Dopo che in telecronaca aveva detto che due rigori netti contro i bianconeri non erano stati concessi, la dirigenza della Juventus telefonò all’allora amministratore delegato di Sky per chiedere la testa mia e di Beppe Bergomi – le sue parole -. È stata una pagina molto brutta e io sono stato testimone di quello che accadeva. Il nostro dirigente ci disse di ricordarci che noi eravamo Sky e che, visto che eravamo noi a dare i soldi alla Juventus per i diritti, non ci saremmo mai dovute piegare alle sue volontà. Il giorno dopo la partita, sulla prima pagina del Corriere della Sera uscirono due colonne di attacco nei confronti miei e di Bergomi in cui la realtà veniva mistificata in una maniera ignobile. Non dico il nome del giornalista per rispetto, ma in seguito uscì la notizia che era colluso con alcune persone dell’ambiente bianconero”.

Milan-Napoli streaming e diretta tv: dove vederla, no Rojadirecta

Higuain-Chelsea, riscatto complicato: pessime notizie per la Juventus