allegri juventus

Juventus-Chievo, Allegri: “Domani gioca Perin. Ecco un’altra sorpresa”

ALLEGRI – Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri parla in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Chievo Verona.

Ha specificato la formazioni di domani, senza però svelare troppi titolari ed ha anche speso parole importanti per Cancelo e CR7.

Leggi anche: Juventus-Chievo probabili formazioni, Allegri cambia tutto: fuori 4 titolari

Allegri in conferenza stampa

Domani dobbiamo riprendere il campionato in maniera seria. Da quando è arrivato Di Carlo il Chievo ha fatto bene. E’ una squadra viva che ha trovato entusiasmo per una salvezza difficile ma nella quale crederanno fino all’ultimo. Ci vorrà grande rispetto per correre, giocare bene e vincere le partite”.

RONALDO – “I gol di Zapata? Non ha bisogno di Zapata che segna quattro gol per avere stimoli. Si da sempre stimoli ed obiettivi, come tutti noi. Dobbiamo riprendere nel migliore dei modi il campionato. Abbiamo vinto il primo trofeo della stagione e dobbiamo continuare in campionato“.

CANCELO – “Nei tre davanti no. Anzi non ci avevo pensato mi hai dato una buona idea. La fase difensiva la fa bene. A Gedda la partita era strana. Potevamo fare meglio la fase difensiva ma anche quella offensiva”.

INFORTUNATI – “Mandzukic vediamo di recuperarlo per la Lazio. E’ difficile ma vediamo. Barzagli sta lavoricchiando e sta recuperando. Benatia è ancora fuori per l’infiammazione a pube e adduttore. Cuadrado morto (ride ndr), Pjanic direi che il polpaccio è migliorato dopo la botta ma vediamo in settimana, domani è squalificato”.

SCELTE – “Turnover no, verrano cambiati alcuni giocatori. Dietro gioca Rugani al posto di uno tra Chiellini e Bonucci. A sinistra gioca Alex Sandro e a destra De Sciglio. Cancelo può essere un cambio importante. A metà campo con tre o due. Se giochiamo con i due giochiamo con Douglas e Bernardeschi insieme, se giochiamo con tre vediamo. Perché non posso avere sol Kean come cambio e la partita può essere incerta”.

KHEDIRA – “E’ il nostro acquisto di gennaio. Ora c’è il rischio di rilassarsi e buttare via quello che abbiamo fatto. Ogni giorno dobbiamo lavorare non per mantenere ma per migliorare. Ci sono tante cose da migliorare. Per fare questo dobbiamo avere la testa giusta e la voglia di venire al campo per far fatica e raggiungere gli obiettivi, soprattutto nella seconda parte di stagione. Per questo ci vorrà una partita aggressiva domani, sennò andiamo dietro al tram tram e questo non va bene”.

Calciomercato Juventus Pogba

Mercato Juventus, Pogba-Isco-Ramsey: ecco come cambia il centrocampo

Genoa-Milan streaming: ecco dove vederla, no Rojdirecta