JUVENTUS juve allegri

Rinnovo Allegri, ci siamo? Contratto pronto, ma resta l’ombra di Zidane

RINNOVO ALLEGRI – Tutti pazzi per Max Allegri! Il tecnico della Juventus è corteggiato da Manchester United e Real Madrid, due club pronti a rifondare dopo i fallimenti di questa stagione, ma la Juventus non vorrebbe perdere il proprio allenatore ed è pronta a rilanciare.Allegri ha un ottimo rapporto con Fabio Paratici e proprio il rapporto con l’uomo mercato bianconero è la chiave di lettura più significativa.

La Juve di solito non lascia gli allenatori in scadenza, quindi ci sta che nei prossimi mesi o magari già nelle prossime settimane si possa studiare un prolungamento dal 2020 al 2021. Con ritocco ulteriore dell’ingaggio, magari fino alla doppia cifra bonus e non bonus, che porterebbero Max ad essere l’allenatore più pagato di sempre. La Juve dunque prepara un maxi rinnovo per Max: pronto un contratto da 10 milioni a stagione per scacciare via i cattivi pensieri e le possibili tentazioni!

Leggi anche: Emerson Palmieri Juventus, affondo immediato: svelato il perchè…

Rinnovo Allegri, Zidane dietro l’angolo?

Allegri a Torino sta benissimo, quindi il rinnovo è tutt’altro che da escludere, anche se Manchester United e Real Madrid lo stuzzicano per un futuro lontano dalla panchina bianconera, come ricorda oggi La Gazzetta dello Sport. Magari dopo aver spento la maledizione Champions insieme a Cristiano Ronaldo.

Nel caso in cui le strade di Allegri e della Juventus dovessero separarsi, il sostituto designato per la panchina bianconera è Zinedine Zidane. Dopo le tre Champions League consecutive vinte al Real Madrid, proprio insieme a Ronaldo, dalla Spagna da tempo si insinuano voci che Zizou, al momento svincolato, stia aspettando la chiamata bianconera prima di scegliere la sua prossima squadra. Intanto, c’è una stagione tutta da vivere insieme ad Allegri: più avanti, si vedrà.

romero genoa juventus

Juventus-Genoa, incontro di mercato: ecco le ultime su Romero e Sturaro

isco juventus

Calciomercato Juventus, Marcelo e Isco a Torino? Solari li mette in fuga