Conferenza stampa Pirlo: “Crediamo allo scudetto. Su Arthur, Fagioli e Morata…”

Andrea Pirlo Juventus allenatore

CONFERENZA STAMPA PIRLO – Turno infrasettimanale di Serie A. Dopo i punti persi a Verona la Juventus sfida lo Spezia all’Allianz Stadium di Torino.

Vietato sbagliare per gli uomini di Pirlo che si trovano a -10 dalla vetta della classifica. Il tecnico come ogni vigilia ha parlato in conferenza stampa, ecco le sue parole.

Conferenza stampa Pirlo, le parole del tecnico

SPEZIA – “Lo Spezia sta facendo un grandissimo campionato, sta dimostrando di giocarsela alla pari con tutte le squadre. Sarà una partita importante e difficile, dobbiamo riscattare i due persi sabato a Verona e continuare a lottare per lo scudetto”.

RIMONTA – “Sappiamo che siamo stati raggiunti in quattro partite, ognuna è stata diversa. Ci ha fatto male col Verona, non c’erano stati segnali. Abbiamo analizzato bene gli errori e cercheremo di evitarli”.

CHIESA – “Non è ipotizzabile da seconda punta, perché potremmo avere altre soluzioni e sugli esterni di ruolo non ne abbiamo. Lui sta giocando bene lì e continueremo così”.

MORATA – “Oggi un po’ si è allenato con noi, vedremo domattina se portarlo in panchina con noi per averlo poi a disposizione. Lo sapremo solo domani”.

FAGIOLI – “Oggi ha avuto un problemino intestinale, è stato a riposo, speriamo domani possa stare meglio”.

MCKENNIE – “Sta meglio, ma viene da tante partite, avrebbe bisogno di qualche giorno di riposo perché si riacutizza il problema a volte, ma il periodo è d’emergenza e quindi avremo bisogno anche di lui almeno per uno spezzone di gara”.

ARTHUR – “Nessuna novità, continua il periodo di riabilitazione e speriamo di riaverlo il prima possibile”.

PUNTI – “Certo che mi aspetto punti in più, l’obiettivo iniziale era vincerle tutte. Guardiamo al futuro che ora si chiama Spezia”.

DANILO – “Domani fortunatamente torna Danilo che mi dà soluzioni diverse dietro”.

SCELTE – “Non sono in base a sabato, ma a chi ho a disposizione. Avrò degli Under 23 in rosa da portare, dall’inizio o dalla panchina”.

UMORE – “È buono, sanno che abbiamo perso punti per strada, ma le partite da giocare sono ancora tante e c’è entusiasmo perché possiamo raggiungere tutti gli obiettivi”.

ARBITRI – “Una cosa nuova e giusta, che parlino. Ma che parlino della partita recente e non di 3 o 4 anni fa, si parli di quelli effettivi”.