Juventus, De Sciglio svela: “Sarri? Non c’era serenità. Sui litigi con CR7…”

SCAMBIO DE SCIGLIO KURZAWA Juventus

JUVENTUS – Mattia De Sciglio, che Andrea Pirlo ha deciso di lasciar andare in direzione Lione, torna a parlare della Juventus. Il terzino italiano non aveva convinto, anche e soprattutto per i continui problemi fisici.

L’ex bianconero si è raccontato a ‘La Gazzetta dello Sport’, rispondendo anche alle indiscrezioni su qualche tensione con Ronaldo e Pjanic: “Smentisco categoricamente. Mai avuto problemi con nessuno in carriera”.

Juventus, le parole di De Sciglio

ALLA JUVE – “Sono convinto che avrei potuto ritagliarmi il mio spazio visto che posso giocare a destra e a sinistra da quinto di fascia, come all’Europeo 2016, o da terzo centrale come con Allegri“.

Leggi anche: Juventus, Agnelli: “Il Covid ci ha devastati e il 2021 sarà ancora più difficile”

CON PIRLO – “Ci sono stati molti cambiamenti, serve un po’ di rodaggio. Anche se certi meccanismi dovrebbero già esserci, le difficoltà in partite difficili come quella contro il Barcellona si vedono di più. E poi non c’è stata pre-stagione: anche se ti alleni bene, poi lo paghi”.

LE IDEE – “Pirlo? Ha gli stessi principi offensivi di Mancini, a partire dal modulo, con la differenza che in Nazionale solo un terzino va in offensiva mentre con Pirlo entrambi possono alternarsi nella stessa partita. Questa comunanza poi è vantaggiosa per chi va in Nazionale”.

LA SCELTA DI LIONE – “Ho sentito che mi volevano davvero e volevo vivere un’esperienza all’estero. Garcia mi conosce: sa che posso giocare anche a sinistra. Il Lione è un club importante con giovani molto forti come il 17enne Cherchi, Aouar, Caqueret. Vogliamo tornare in Champions”. 

SARRI – “Non mi piace parlare del passato, ma non c’era più serenità, al di là delle difficoltà del contesto di pandemia. Vincere lo scudetto non è mai semplice ma abbiamo davvero faticato. E non mi è stata la possibilità di esprimermi, anche quando stavo bene”. 

LE CRITICHE DEI TIFOSI – “Purtroppo i social permettono a tutti di insultare spesso dietro pseudonimi. Ho imparato a ignorare chi non merita attenzione. Spero Sarri non si sia fatto condizionare, ho perplessità su altre cose. Ne parlerò al momento opportuno”.

Ferencvaros Juventus probabili formazioni, Pirlo conferma McKennie dal 1′

Pogba Juventus, lo United abbassa le pretese: Paratici sfida il Real Madrid