Covid Serie A, Spadafora: “Campionato? Non so se si potrà finire. Su CR7”

Logo Serie A Tim

COVID SERIA – Il Covid continua a minacciare la Serie A. Tanti, forse troppi, casi nel campionato italiano. Ben 13 club su 20 hanno almeno un positivo tra le loro fila.

La questione è molto delicata ed il caos mediatico creato da Juve-Napoli, partita poi data vinta ai bianconero a tavolino, ha peggiorato tutto l’ambiente. Il protocollo stilato per la situazione Covid ha sollevato polemiche nell’ultimo periodo. Ne ha parlato il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora.

Covid Serie A, le parole di Spadafora

Vincenzo Spadafora, Ministro dello Sport, è intervenuto ai microfoni di La7 parlando della Serie A e non solo: “Ce la possiamo fare ma non so se si potrà arrivare fino in fondo. Non abbiamo certezze, né sulla Serie A né su altri aspetti. La Lega deve trovare soluzioni alternative, un piano B e C”. Ha successivamente parlato della Bolla: “Ho parlato del protocollo quando sono risultati diversi casi nei giorni scorsi, che prevede già una bolla, ma se società e calciatori non lo rispettano noi ci possiamo fare ben poco”.

Leggi anche: Dinamo Kiev Juventus streaming: dove vedere il match live, no Rojadirecta

E non è mancata la frecciatina a Cristiano Ronaldo: “I grandi campioni si sentono al di sopra di tutto. Quando ha lasciato l’Italia per andare in Nazionale ha violato il protocollo ed è stato aperto un fascicolo alla Procura della Repubblica. Il messaggio che dovrebbero mandare questi campioni dovrebbe essere quello di rispettare le regole. Tutti i presidenti e le società devono dare il buon esempio”.

Covid Ronaldo, in attesa del tampone: come sta e quando rientrerà

Morata Juventus

Dinamo Kiev Juventus probabili formazioni, Pirlo punta su Morata