Conferenza stampa Pirlo: “Dybala? In dubbio. Su Arthur e Morata…”

Andrea Pirlo Juventus allenatore

CONFERENZA STAMPA PIRLO – Mancano poco più di 24 ore alla seconda uscita di Pirlo sulla panchina della Juventus. Domani sera Juventus-Roma all’Olimpico, primo big match in carriera da allenatore per l’ex 21 bianconero.

Alla vigilia del match di Roma, Pirlo ha parlato in conferenza stampa, chiarendo i dubbi su quella che sarà la formazioni di domani e parlando delle condizioni di Dybala e Morata. Probabilmente il tecnico confermerà l’11 titolare visto contro la Sampdoria.

Conferenza stampa Pirlo, le parole del tecnico

Ecco di seguito le dichiarazioni di Pirlo rilasciate in conferenza stampa ai giornalisti, in diretta dall’Allianz Stadium di Torino.

Leggi anche: Juventus, UFFICIALE: Pellegrini al Genoa, il comunicato bianconero

ALLENAMENTO – “Abbiamo fatto una bella settimana di lavoro, meglio della scorsa. Ci siamo addentrati nella parte tecnica, il resto non ci ha toccato minimamente”.

SCELTE FUTURE – “Ronaldo, Dybala e Kulusevski insieme? Stavamo aspettando la punta ed è arrivato Morata, abbiamo avuto poco tempo per lavorare. Nella mia testa da un po’ cerco di capire come mettere i giocatori nelle migliori condizioni per rendere al top. Vedremo poi come metterli”.

DYBALA – “Abbiamo lavorato insieme in settimana, prima individuale, poi in gruppo, oggi vedremo come sta. Decideremo nel pomeriggio se portarlo o lasciarlo qui a lavorare, ha fatto carichi pesanti perché era fuori da quasi due mesi”.

TURNOVER – “Mi sembra un po’ strano da attuare dopo una sola settimana. Vediamo le esigenze tattiche e come giocherà la Roma, sceglierò i migliori per la Roma”.

MORATA – “È un giocatore che conosciamo da tempo, ci ho anche giocato nell’ultimo anno a Torino. Lo cercavamo per le caratteristiche, attacca bene la profondità, può fare reparto e si muove molto, non è stata una terza scelta come ho letto, ma una delle nostre priorità perché lo conoscevamo, lo cercavamo per il livello tecnico e tattico”.

PELLEGRINI VIA – “Abbiamo parlato, ci è risultato più giusto mandarlo a giocare un altro anno, qui non avrebbe giocato così tanto come meriterebbe. È stato giusto mandare a giocare un altro anno”.

DE SCIGLIO – “È a disposizione come la scorsa settimana”.

INTER – “Si parte tutti da 0, si sono rinforzare tutte, anche Napoli, Milan, Roma e Lazio. Sarà un campionato avvincente, la Juve parte da 9 scudetti consecutivi, ma quando si riparte nessuno è in vantaggio rispetto ad altri”.

MERCATO – “Non mi aspetto niente, se ci saranno opportunità le valuteremo nei prossimi giorni”.

KHEDIRA – “Con Sami abbiamo parlato, stiamo valutando quale può essere la soluzione migliore da prendere in considerazione. Valuteremo nei prossimi giorni, speriamo di trovare una soluzione giusta per entrambe le parti”.

ARTHUR – “Buona settimana la sua, viene da qualche mese di inattività, è arrivato in un campionato nuovo quindi ha bisogno di ambientamento a livello tattico e fisico. È a disposizione, vediamo domani e nelle prossime giornate se metterlo in campo o no”.

DOUGLAS E BERNARDESCHI – “Sono due giocatori d’attacco, Berna può fare anche tutta la fascia, Douglas più da esterno. Non vedo Bernardeschi da trequartista”.

DZEKO – “Sarà un pericolo, è un grande giocatore, sarebbe potuto essere della Juve, ma non è andata a buon fine la trattativa. Lo stimiamo, purtroppo domani sarà un avversario”.

Luis Suarez Juventus

Caso Suarez, nuove intercettazioni: “Accordo con la Juventus. Manderà i Primavera”

Barella juventus

Mercato Juventus, nuovo piano di Paratici per il gioiello del Siviglia