Juventus Lione, Dybala in forse: le idee di Sarri per l’attacco

Sarri juventus conferenza stampa

JUVENTUS LIONE – E’ giorno di vigilia per la squadra di Maurizio Sarri che, domani sera, giocherà il ritorno di Champions League contro la formazione allenata da Rudi Garcia. Alla conferenza stampa parteciperà anche il difensore Leonardo Bonucci.

Ronaldo e compagni dovranno ribaltare lo svantaggio della gara di andata. Tiene banco, invece, la situazione relativa a Paulo Dybala, ancora non al meglio dopo il problema fisico che lo ha tenuto lontano dal campo nelle ultime uscite di campionato.

Juventus Lione: le parole di Sarri e Bonucci

Bonucci: “Tutti noi, con una parola, un gesto, un’iniezione di energia positiva, possiamo determinare come andrà la partita. La concentrazione è su questa partita, e sulla voglia di ribaltare il risultato; guardiamo solo a noi. La Juve vista dopo il lockdown ha fatto vedere buone cose. Questa settimana abbiamo avuto la fortuna di allenarci bene. Domani dovremo giocare da squadra, e buttare in campo il 110%. Giocare senza i nostri tifosi non sarà bello, ma dovremo mettere in campo una concentrazione ancora superiore per andare a Lisbona”.

Sarri: ” Sarà una partita, quella di domani da giocare con grande lucidità. Occorre una grande prestazione, il Lione si è evoluto molto ed è solido in difesa. Higuain e Pjanic? Sono due giocatori in crescita. Cristiano si sta allenando nella maniera giusta, ieri ha segnato un gol straordinario in allenamento. Ha fatto tante partite in poco tempo, si è riposato un po’ e adesso si è allenato con intensità e vigore. Proveremo a recuperare Paulo Dybala  fino a domattina, al momento sta ancora lavorando con lo staff medico. Probabilmente partirà dall’inizio, vedremo se sulla linea difensiva in posizione più offensiva. Giocare senza pubblico, anche domani, non sarà bello, dal campo. La competizione più importante al mondo, la Champions, lo richiederebbe ancora di più, speriamo che presto ci siano le condizioni affinché i tifosi tornino allo Stadio.Il Lione difende con intensità ed efficacia e riparte bene, ha giocatori di gamba. Il risultato dell’andata permette loro di impostare la partita secondo le loro caratteristiche. Sarà una partita difficilissima, ma non impossibile.

Leggi anche:Milik Juventus, il calciatore ha deciso: solo una complicazione nell’affare

Siamo contenti di aver vinto il campionato forse più difficile della storia della Serie A. Ora sarebbe bellissimo andare in Portogallo alla Final 8, perché significherebbe entrare nell’élite mondiale. Ci teniamo molto

 

Lacazette JUVENTUS DIRIGENZA PARATICI NEDVED AGNELLI

Simone Inzaghi scale le gerarchie, ma per la panchina spunta anche un ex Juve

Lacazette Juventus

Jorginho Juventus, l’agente: “Buon rapporto con Sarri, ma per ora…”