juventus

Juventus, ricorso scudetto del 2006: parole dure di Moratti contro Agnelli

JUVENTUS – Sono passati tredici anni dalla vittoria della Nazionale azzurra ai Mondiali tedeschi. E sì, lo stesso periodo da quando il calcio italiano venne fatto a pezzi da Calciopoli. Juventus in B, Inter scudettata, diverse squadre, dirigenti e giocatori indagati. Tutto noto, ancora se ne parla.

La Juventus non vuole del resto mollare il titolo perso in quella stagione dopo il verdetto federale, convinta di poter riavere lo Scudetto conquistato con Capello in panchina e una formazione fenomenale in campo, che poteva contare su Ibrahimovic, Nedved, Vieira, Del Piero, Buffon, Cannavaro ed Emerson.

Juventus, Moratti contro Agnelli

Nel 2006 Moratti riuscì a conquistare il titolo via tribunale, per poi dominare in campo. Ed è proprio l’ex presidente dell’Inter, all’indomani della sconfitta nerazzurra nel Derby d’Italia, a commentare l’ennesimo ricorso della Juventus per riportare in bianconero lo Scudetto di tredici anni fa. A Radio Rai, Moratti non si capacita di come la Juventus non abbia ancora mollato.

Leggi anche: Inter Juventus: Gonzalo Higuain a Sky nel post partita

“Devono trovare proprio qualcuno che non sappia assolutamente niente e così a caso gli possa dare ragione, altrimenti è impossibile. E’ una storia senza fine, non so a questo punto quali siano le motivazioni. Dopo tanti anni anche il più grande rancore comincia a scendere, invece loro insistono”. Una storia infinita, che non si ferma e avanza inesorabile nonostante siano passati diversi anni e più di un decennio.

Juventus lokomotiv mosca probabili formazioni

Mercato Juventus, Dybala torna indispensabile: cambia il suo futuro

Inter Juventus Conte

Inter-Juventus, tapiro d’oro a Conte. Il tecnico: “Non cerco vendetta”