juventus matuidi

Cessioni Juventus, da Matuidi a Khedira: via gli “esuberi” bianconeri

CESSIONI JUVENTUS –  Dopo le cessioni fallite di Dybala, Matuidi e Mandzukic in Premier League, attualmente la rosa a disposizione dell’ex Napoli è composta da 28 elementi.

Infatti come ha fatto notare il tecnico bianconero, al termine della partita contro l’Atletico, la Juventus ha bisogno di almeno 6 cessioni. Esuberi che diventano pesanti, sia al bilancio che alla lista champions (rischiando di lasciar fuori gente come Khedira, Mandzukic, Pjaca ecc..).

Cessioni Juventus, chi parte e chi resta

Servono almeno sei cessioni, visto che, anche se la lista di calciatori per Serie A e Champions può contare 25 calciatori, 8 di questi devono essere cresciuti in Italia (quattro dei quali, nella Juventus). Oltre all’argentino, al francese e al croato, il cui futuro è incerto (la ‘Joya’ potrebbe essere coinvolta in uno scambio con Icardi o finire al PSG), nella lista di sbarco figurano i sicuri partenti Pjaca (il Verona ci pensa nonostante l’infortunio) e Perin (dopo aver sfiorato il Benfica è vicino al Monaco).

Leggi anche: Mercato Juventus, Sarri suona l’allarme: chieste 6 cessioni alla società

Anche Sami Khedira, teoricamente, è fuori dal progetto tecnico, ma il centrocampista ha già rifiutato varie offerte e, chiuso il mercato della Premier, nelle prossime settimane valuterà quelle provenienti dalla Turchia (Besiktas e Fenerbahce). Resta da valutare, inoltre, Gonzalo Higuain: la Juve spinge per cederlo, ma il Pipita, che sul tavolo ha la proposta della Roma, vuole restare al servizio di Maurizio Sarri. Vedremo se ci riuscirà.

Mercato Juventus

Mercato Juventus, Sarri suona l’allarme: chieste 6 cessioni alla società

Icardi Juventus

Icardi Juventus, Neymar sblocca tutto: Dybala tra Inter e PSG