Matuidi: “CR7 il più forte di tutti. Allegri? Vi spiego perchè è il migliore”

MATUIDI – La Juventus, vicina all’ottavo scudetto, è ancora in corsa in Champions League dopo la grande prova contro l’Atletico. Prima della sfida europea contro l’Ajax ci sarà tempo e per ora l’unica gara a cui pensare è quella contro il Genoa, del prossimo weekend.

In vista del match di campionato Matuidi ha parlato ai microfoni di DAZN, parlando di Ronaldo, Allegri e della Juve in generale.

Leggi anche: Ajax-Juventus, oltre il campo: de De Ligt a Neres quanti intrecci di mercato

Matuidi a DAZN

VINCERE“Per noi è importante, perché troviamo il piacere in ogni vittoria, andiamo a Genova per vincere, anche se sappiamo che non è una partita facile. Sicuramente abbiamo le capacità per fare un risultato positivo a Marassi. Non sarà facile ottenere i tre punti, ma stiamo lavorando per vincere”.

ALLEGRIOgni allenatore ha la propria filosofia e lui ha la sua. È bravissimo nella gestione umana degli uomini soprattutto, ma anche nella gestione tattica delle partite è molto forte. Sa gestire i giocatori e tutto lo spogliatoio. Sappiamo che la Juve ha uno spogliatoio fatto di grandi giocatori e Allegri sa gestire i grandi giocatori: quando sai gestire i campioni, significa che sei un grande allenatore”.

RONALDO“Abbiamo il giocatore più forte. Siamo felici di quello che fa, ci divertiamo a giocare con lui e speriamo che prosegua così. Ha giocato una partita eccezionale contro l’Atletico, ma penso che dimostri la sua eccezionalità nel lavoro quotidiano, nel suo modo di allenarsi. Mi sorprende ogni giorno perché lavora più degli altri e credo sia questo a fare la differenza. Ti fa pensare: alla fine, non per niente è arrivato a un livello così alto. Io sono campione del mondo? Ne sono fiero, ma lui mi ha battuto tre anni fa in finale all’Europeo, quindi non posso far troppo lo spaccone”.

 

Calciomercato Juventus Marcelo

Marcelo-Juventus, Zidane complica le cose: pronto però il piano di Paratici

mercato juventus paratici

Modric-Juventus, ora si può! Zidane manda il croato a Torino: i dettagli