L’ex Iaquinta: “Juve senza rivali. Ecco perchè finii fuori rosa…”

IAQUINTA- Vincenzo Iaquinta, intervistato sulle pagine della “Gazzetta dello Sport“, ha colto l’occasione per esprime il suo punto di vista sull’attuale stagione della Juventus e sul suo passato in bianconero.

Iaquinta: “Juve senza avversarie”

L’ex attaccante bianconero ha ammesso: “Non vedo avversarie per la Juve. Si giocherà per il secondo posto, per il quale vedo il Napoli leggermente favorito sulle altre. Lo scontro diretto ha fatto capire che quando la Juve decide di accelerare non esiste rivale che tenga”.

L’aspetto tattico: “Dybala meglio da trequartista”

“Dybala lo vedo meglio da trequartista. Cristiano Ronaldo farà la differenza, mentre Mandzukic è una pedina insostituibile”.

Il suo passato alla Juve e poi la decisione di metterlo fuori rosa

“Conte stravedeva per me. Appena arrivò mi disse di guarire in fretta dato che puntava molto su di me. Un giorno mi prese da parte durante una riunione, dicendomi di non preoccuparmi se non rientravo più nei piani di Ma-rotta e che se la vedeva lui con la società…Purtroppo dopo l’operazione al ginocchio del 2011 il mio fisico ha iniziato a non reggere. Conte mi faceva sentire il suo sostegno tutti i giorni, ma al rientro dal prestito al Cesena mi sono fatto male di nuovo. Così è passata la linea societaria: sono finito fuori rosa tutto l’anno”.

Juve a cena, offre Pjanic: gruppo compatto anche fuori dal campo -FOTO-

pagelle atalanta juventus

CR7, no alla Nazionale: vuole allenarsi e concentrarsi per la Juve