Bellerin: “Bersagliato dagli insulti sui social, anche omofobi”

Bellerin – Il terzino sinistro dell’Asenal ha cancesso una lunga intervista al “Times”, rivelando alcune scottanti dichiarazioni sulla sua carriera. Il giocatore è stato a lungo corteggiato dalla Juventus nella scorsa finestra di calcimercato ma la trattativa non è mai andata in porto.

Le sue dichiarazioni:

“Se ti comporti in modo diverso da come la gente si aspetta, diventi un bersaglio e questo è pericoloso. Per un po’ avevo eliminato le app, poi ho deciso di tornare sui social e ogni giorno imparo a convinvere con questi abusi. C’è chi mi ha dato della lesbica perché porto i capelli lunghi. Ma ci sono anche altri insulti omofobi di questo tipo. Ormai mi sono abituato, ma possono farti del male e far venire dei dubbi su te stesso. Ora è tutto nuovo, anche lo staff. Mi dispiace per chi è andato via, e li ringrazio. Differenze tra Emery e Wenger? Quest’ultimo voleva che giocassimo sempre allo stesso modo, a prescindere dall’avversario, secondo l’idea che avremmo potuto battere comunque chiunque. Emery invece ci fa studiare una strategia per ogni avversario”.

Rabiot, ingaggio faraonico dal Barcellona: pronti 8 milioni a stagione

Juventus, porta blindata: tra Perin e Szczesny massima competizione